Iscriviti alla newsletter

Chi siamo



Il Consorzio Solidarietà Sociale Forlì-Cesena è una rete di cooperative sociali e organizzazioni di volontariato, fortemente radicata sul nostro territorio.
E' lo strumento operativo di 5 cooperative sociali e 2 organizzazioni non profit che ne formano la base sociale.

Assumendo lo spirito della collaborazione con gli enti locali territoriali, è partner del Comune di Forlì e di altri enti del territorio per la progettazione e la gestione dei servizi sociali soprattutto nei settori della disabilità, dei minori, dell'inserimento lavorativo di fasce svantaggiate, degli immigrati, della salute mentale.

E' a servizio delle  proprie associate per costruire, in una logica di rete, servizi di supporto imprenditoriale, sviluppo e consulenza, promuovendo il modello di cooperazione sociale elaborato dentro l'esperienza di Federsolidarietà.

Il Consorzio di Forlì è parte di CGM/WELFARE ITALIA  (Consorzio Nazionale Gino Mattarelli) che aggrega oltre 80 consorzi territoriali presenti in tutte le regioni d'Italia.

La piccola dimensione, la partecipazione, la responsabilità sociale, la specializzazione, la territorialità sono gli elementi essenziali del nostro modo di fare impresa sociale.


LA STORIA DEL CSS
Fin dagli anni 70, il nostro territorio è stato, insieme ad altri, la culla in cui hanno mosso i passi le esperienze della cooperazione di Solidarietà Sociale.

Tra le persone a cui va attribuito il merito di una visione moderna e innovativa della cooperazione e l'intuizione che la cooperazione poteva diventare strumento di costruzione della rete dei servizi di welfare non possiamo non ricordare Gino Mattarelli  al cui nome, dopo la morte avvenuta nel 1986, farà riferimento il Consorzio Nazionale della Cooperazione Sociale nato nel 1987 (CGM,  Consorzio Gino Mattarelli), che è - oggi - la principale rete nazionale di consorzi di cooperative sociali.

Il Consorzio Solidarietà Sociale Forlì-Cesena nasce in questo contesto culturale favorevole, promosso  nel 1985 a Forlì da un gruppo di associazioni di volontariato e cooperative di solidarietà sociale per costituire un punto di coordinamento delle diverse iniziative che alcune realtà  stavano attivando sul territorio, costruendo i primi servizi di supporto allo sviluppo imprenditoriale, proponendosi come interlocutore nei confronti del territorio e degli enti locali e favorendo lo sviluppo di nuove esperienze di cooperazione sociale.

Nel tempo si sono attivati i primi coordinamenti settoriali sfociati poi in veri e propri progetti di integrazione imprenditoriale; i servizi ai soci si sono gradualmente ampliati, consolidati e differenziati, cercando costantemente di adeguarsi ai bisogni e alle priorità di volta in volta emergenti.

Nel nuovo statuto, approvato a fine 2004 in seguito alla riforma del diritto societario, ha confermato il riferimento essenziale al mandato indicato nell'art. 1 della legge 381/91 sulla cooperazione sociale e la scelta di avere una base sociale aperta ad altre organizzazioni di terzo settore.
 

LA NOSTRA MISSION
Supportare lo sviluppo dei soci promuovendo il benessere della comunità, la cultura e la corresponsabilità sociale in un' ottica di cooperazione, relazioni fiduciarie e innovazione dei servizi.


APPARTENENZE
A partire dalla consapevolezza che da "soli" si è "autoreferenziali",  abbiamo condiviso l'esigenza di avere legami solidi dentro il sistema consortile e abbiamo maturato la consapevolezza che si incide e si è efficaci solo  se si è parte di un sistema più vasto che è capace di pensare globalmente e agire localmente.

La rappresentanza politico-sindacale, declinata ai vari livelli  (nazionale, regionale e provinciale) è affidata a Confcooperative-Federsolidarietà.

Abbiamo poi scelto di essere soci di altri Consorzi. Queste adesioni societarie afferiscono alla dimensione imprenditoriale e sono  finalizzate a cogliere opportunità imprenditoriali e di sviluppo nella logica del consolidamento del sistema-rete consortile. L'adesione presuppone un interesse strategico/imprenditoriale e una tangibile ricaduta operativa sul Consorzio e/o sui soci interessati alle specifiche aree di intervento:

•  CGM/WELFARE ITALIA, rete nazionale dei consorzi territoriali, cui cui siamo stati soci fondatori nel 1986
•  Consorzio Charis, nasce per contribuire a valorizzare i Carismi originari degli Ordini Religiosi, accompagnando processi di revisione, rinnovamento, potenziamento e trasformazione delle opere che li esprimono e dei loro sistemi organizzativi
•  Consorzio Mestieri, società di prodotto del gruppo cooperativo CGM sull'area delle politiche attive del lavoro
•  Consorzio Intercooperativo Servizi, promosso da Confcooperative FC, è un consorzio di scopo per promuovere il global service e la raccolta di commesse
•  CeSeCo, Società di servizi di Confcooperative FC, a cui ci appoggiamo per consulenze e formazione sull'area amministrativa, giuslavoristica e societaria
•  Consorzio Winner che riunisce a livello regionale i Consorzi appartenenti alla rete CGM
•  Consorzio Mestieri Winner, società di prodotto del Consorzio Winner Emilia Romagna sull'area delle politiche attive del lavoro
 

STRATEGIE DI SVILUPPO
A marzo 2017 i soci hanno approvato il nuovo piano d’Impresa del Consorzio 2017/2019 che vede lo sviluppo degli asset strategici su tre aree di lavoro:
- Rafforzare l’identità del sistema
- Sviluppare capitale umano nel sistema attraverso le buone prassi
- Generare opportunità di sviluppo del sistema che produca impatto sulla comunità.